MERCOLEDI 29 MAGGIO 2019, ORE 18:00
Conferenza organizzata dal Circolo Culturale Astrofili Trieste nell’ambito del ciclo
“VIAGGIO NEL COSMO” appunti di Astronomia per un viaggio tra pianeti, stelle e galassie

Lo scorso 10 Aprile, il team dell’Event Horizon Telescope (EHT) ha reso pubblica la prima immagine che ritrae l’orizzonte degli eventi di un buco nero assieme al materiale gassoso che in orbita attorno a questo; l’importanza di questo risultato è tale che la comunità scientifica ha subito definito tale risultato come “la foto del secolo”. Per raggiungere questo considerevole ed atteso risultato per il quale il progetto EHT era stato avviato, per la prima volta nella storia è stata impiegata una rete mondiale interferometrica di 8 radiotelescopi sincronizzati tra loro i cui segnali, catturati alla frequenza di 230 Ghz, hanno fornito un potere risolutivo tale da risolvere il tumultuoso ambiente circostante un buco nero lontano ben 54 milioni di anni luce: una risoluzione angolare da scorgere una moneta da 1 Euro sulla superficie della Luna!

Sulla tecnica che ha consentito di raggiungere questo storico risultato e sull’interpretazione dei dati ottenuti relazionerà Mercoledì 29 Maggio Stefano Schirinzi, socio del Circolo Culturale Astrofili Trieste ed esperto in fisica dello spazio, appuntamento alle ore 18:00 presso la Sala Incontri del Museo Civico di Storia Naturale (Via dei Tominz, 4; linee bus Trieste Trasporti: 11, 18 22)

INGRESSO GRATUITO FINO A ESAURIMENTO DEI POSTI DISPONIBILI

INFO:  info@astrofilitrieste.it
sportellonatura@comune.trieste.it