Nasce il nuovo Polo Museale di via Cumano. Da lunedì 1° settembre, per mettere in sinergia i due vicini Musei civici di Storia Naturale (via dei Tominz 4) e della guerra per la pace Diego de Henriquez (via Cumano 22) e per favorire una più agevole conoscenza del patrimonio culturale della città, i visitatori triestini e i turisti potranno accedere a entrambi i musei con un unico biglietto ‘cumulativo’ a tariffa agevolata: intero a 7 euro, e ridotto a 5 euro, mentre il biglietto per le visite scolastiche sarà di 1 euro (tariffa stabilita per l’ingresso a tutto i Civici Musei, ad esclusione dei Musei a ingresso gratuito, se si usufruisce del servizio guide didattiche autorizzate dal Comune di Trieste). La biglietteria provvisoriamente sarà ubicata presso il Museo di Storia Naturale (a regime poi presso il Museo della guerra per la pace Diego de Henriquez). Anche gli orari di apertura e chiusura dei due musei saranno ‘allineati’ (decorrerà dal 1° ottobre la giornata di chiusura infrasettimanale, tutti i martedì). E precisamente: nel periodo estivo, dalle ore 10 alle 19, a partire dall’ultima domenica del mese di marzo, fino alla seconda domenica del mese di ottobre; nel periodo invernale: dalle ore 10 alle 17, a partire dal lunedì successivo alla seconda domenica del mese di ottobre, fino al sabato precedente l’ultima domenica del mese di marzo. La giornata di chiusura: a decorrere dal 1° ottobre, ogni martedì, per dieci mesi all’anno, ad esclusione dei mesi di luglio e agosto, in cui i musei restano aperti tutti i giorni per consentire una fruizione più ampia da parte dei turisti, sempre più numerosi in città.
Da segnalare che sia il Museo di Storia Naturale che il Museo della guerra per la pace de Henriquez sono molto gettonati dal pubblico. Basta guardare i primi dati registrati a sole tre settimane dall’apertura (28 luglio) del de Henriquez: 10.565 visitatori. Mentre il Museo di Storia Naturale, solamente nei primi venti giorni di agosto ha contato 2600 accessi, di cui 935 nella sola giornata di Ferragosto, rilevando così un’affluenza più che raddoppiata rispetto all’anno scorso nello stesso periodo.

“Quest’iniziativa – sottolinea Fabiana Martini, Vicesindaco di Trieste – testimonia lo sforzo dell’Amministrazione comunale per valorizzare il prezioso patrimonio culturale cittadino anche attraverso una migliore e più agevole fruizione delle sue importanti sedi museali: una scelta che contribuirà a dare ulteriore e nuovo slancio al turismo (come già confermano i dati del mese di agosto) e a rivitalizzare in modo particolare quello spicchio di territorio”.

Comts/RF