Giovedì 4 dicembre,  alle ore 18, presso il Museo Civico di Storia Naturale di Trieste in via Tominz, 4 verrà presentato l’ultimo libro di Francesco Mezzatesta “La casa delle aquile ferite” (Ed. Emmebi-Bulgarini), riguardante una parte significativa della storia della Lipu e dell’ambientalismo italiano sviluppatosi da Parma.
A presentare il volume, vi saranno il Direttore del Museo dr. Nicola Bressi, Silvana Di Mauro presidente dell’associazione Liberi di volare e sarà presente l’autore.

 
Curriculum dell’autore
Naturalista e  medico , nel 1970 iniziò a promuovere la crescita della Lipu di cui è considerato il “padre fondatore adottivo”  occupandosene per oltre vent’ anni , creando, in quei primi anni il “Centro recupero rapaci”  di Parma. Per il suo impegno di “ambientalista  storico “ ha ricevuto diversi riconoscimenti e premi tra cui l’”Airone d’oro” (1986) e l’”European Award for the Environment”(1987) ricevuto a Londra dal Principe Carlo. Nel 1991  è stato nominato dal Ministro dell’ Ambiente Presidente della Commissione per la conservazione della natura.
Ha scritto numerosi libri relativi alla conoscenza e alla conservazione della natura e degli uccelli selvatici.
Tra questi : con Guglielmo Izzi ” I manuali del fotografo : la natura” , “Uccelli d’Europa”, “Rapaci”, “Birdwatching” ,  “Guida al riconoscimento degli uccelli d’europa”, “Capire il cane per farsi capire ”,Uccelli d’Europa, Medio oriente , Nordafrica e accidentali “. Nel 1996 Ha promosso il  turismo ecologico alla scoperta della biodiversità della terra lanciando il concetto di Biowatching cioè l’osservazione della Biodiversità pubblicando come allegato  sulla  rivista Airone il manuale “Quaderno di campo- Invito al Bio-  watching” scritto con Franca Zanichelli come il successivo “Biowatching”. L’ultimo libro è “La casa delle aquile ferite”sulla storia della Lipu”